Chi siamo

Il Dittico Elalù, duo composto da Valeria Girelli e Alberto Mariotti, nasce come compagnia teatrale nel 2017 con l’intento di portare il teatro ad una dimensione conviviale, senza barriere tra palco e pubblico, fruibile e godibile da tutti, in ogni luogo e nei contesti più disparati. Per questo il duo cerca di proporre spettacoli che non necessitino di particolari condizioni di luce o apparati tecnici.

IMG_9138

I testi nascono dalla penna, o meglio dalla tastiera, di Alberto per poi essere testati dal duo in improvvisazione fino a raggiungere la loro forma definitiva dopo continue cesellature e rifiniture. La funzione catartica del nostro modo di fare teatro si raggiunge grazie ad un linguaggio leggero, divertente e genuino. Il primo spettacolo inedito, nato nel 2018, ha come titolo quello che potrebbe essere il manifesto del nostro approccio alla scena senza orpelli: Senza Zuccheri Aggiunti.

Quest’attitudine è anche figlia dell’esperienza friulana di Microfestival, festival itinerante organizzato dalla Coopertiva Zeroidee di Udine a cui partecipiamo nel 2017 e nel 2018, sperimentando il teatro di strada e la forza del coinvolgimento diretto del pubblico, accolti dalle comunità ospitanti che nel festival sono parte attiva del processo creativo.

Nel 2019 Senza Zuccheri Aggiunti viene scelto per il Festival Arti e Sapori di Zoppola (PN). Nella storia quindicinale della rassegna, dedicata principalmente agli spettacoli circensi, il Dittico Elalù è la prima compagnia teatrale di prosa in assoluto a parteciparvi.

 

Ela – Valeria Girelli

IMG_9373

Originaria di un paesino nel veronese, classe ’89, inizia a coltivare le sue passioni studiando canto dall’età di 13 anni. Diplomatasi al liceo classico, nel 2013 consegue la laurea in Beni Culturali presso l’Università di Verona con una tesi sul teatro in cui viene analizzato l’unheimlich nei testi teatrali, dal titolo “La casa perturbante”. Nel 2016 si diploma come attrice presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano, dove si forma con Kuniaki Ida (maschera neutra), Marco Maccieri (metodo Stanislavskij), Maurizio Schmidt, Marco Plini, Marina Spada e Giovanni Covini (recitazione cinematografica); studia tecniche vocali con: Ambra D’Amico, Adele Pellegatta, Monica Scifo e canto con Emanuele De Checchi e Silvia Girardi; con Maria Consagra sperimenta il sistema Laban/Bartenieff, studia movimento scenico e danza in coppia (valzer e foxtrot) con Elizabeth Boeke. Si diploma nel ruolo di protagonista in Un tram che si chiama desiderio di Tennesse Williams, regia di Arturo Cirillo. Partecipa a laboratori con Carrozzeria Orfeo, Maurizio Schmidt, Laura Marinoni, Melania Giglio, Francesca Della Monica e altri. Lavora come attrice e cantante in vari spettacoli teatrali tra Milano e Roma, nel 2020 è coprotagonista ne Gl’Innamorati – il musicarello, tratto da Carlo Goldoni, regia di Pietro De Pascalis. Recita in diversi cortometraggi indipendenti e per il CISA di Locarno, in televisione per la sitcom Camera Cafè – La Rinascita. A Milano collabora dal 2017 come insegnante di recitazione, tecnica vocale e lettura espressiva in corsi per adulti e bambini presso il Teatro Franco Parenti; dal 2019 tiene un laboratorio di Voce presso l’associazione MOOV-IT Onlus di Milano, che si occupa di persone affette da patologie degenerative.

 

Lù – Alberto Mariotti

IMG_9230

Cresce in Valpolicella dal 1989 e inizia a studiare recitazione a 14 anni con Gloriana Ferlini, tra una lezione di pianoforte, uno stornello alla chitarra e concerti con le percussioni più improbabili. Consegue la laurea magistrale in Architettura al Politecnico di Milano e, dopo aver affinato la preparazione teatrale in laboratori e corsi di alta formazione, dal 2015 è attore professionista. Finalista del premio Hystrio alla vocazione nel 2016 e nel 2018, lavora con Ippogrifo Produzioni, Pierpaolo Sepe e Daniele Salvo, con cui approda al Globe Theatre di Roma, nel 2018 con La Tempesta e nel 2019 con Giulio Cesare di William Shakespeare. Nel 2017 recita in All the Money in the World di Ridley Scott. Studia con Melania Giglio, Marco Maccieri, Carrozzeria Orfeo, Paolo Nani, Massimiliano Civica, Cesar Brie e Nina Binder del Susan Batson Institute di New York. Da sempre si interessa al rapporto tra corpo e spazio scenico; questo lo spinge a frequentare diversi laboratori di analisi del movimento e di teatro fisico con Micaela Sapienza, Alessio Maria Romano, Massimiliano Balduzzi, Nina Dipla e Antonella Bertoni. A Milano collabora come insegnante di recitazione per bambini e ragazzi con la scuola ELF Teatro e con il Teatro Franco Parenti.